lunedì 29 luglio 2013

Shampoo a secco? Si può!

Vi sarà sicuramente capitato di non aver voglia di lavare i capelli. Si sa in estate complice il caldo non è proprio piacevole dover passare quel buon quarto d'ora sotto il phon caldo per fare la piega. E' anche vero che non possiamo non lavare i capelli e nel mio caso non posso asciugarli all'aria a causa della sinusite. Se poi siamo in vacanza un valido aiuto per tenere sempre a posto la nostra chioma è lo shampoo secco.
Devo ammettere che non conoscevo questo tipo di prodotto prima di settembre 2012 quando in un supermercato, la mia attenzione si soffermò su un flacone verde con scritto Batist e lì per lì pensai ad una schiuma da barba o ad un prodotto per le scarpe. Poi invece scoprì che si trattava di uno shampoo secco, o meglio una polvere bianca che vaporizzata sui capelli e poi adeguatamente spazzolata, assorbe lo sporco e lascia i capelli opachi e puliti in modo da rimandare di 1 o 2 giorni l'abituale shampoo con acqua e sapone.



In quel periodo avevo cominciato la palestra e andandoci 2 volte a settimana molto ravvicinate preferivo lavare i capelli solo la seconda volta, in modo da averli puliti per il resto dei giorni. Così acquistai il mio primo shampoo secco, proprio Batist e già dal primo utilizzo mi ci trovai benissimo.
Il flacone spray è in metallo e contiene 200ml di prodotto. Grazie al gas contenuto all'interno, la polvere bianca fuorisce e si deposita sui capelli. Sollevate le ciocche e fate si che il prodotto vada sul cuoio capelluto, infatti è proprio lì che il capello inizia a sporcarsi. Evitate le punte, a meno che non abbiate capelli molto grassi. Fate agire per 3/4 minuti e poi spazzolate. Se con la spazzola non riuscite ad eliminare tutti i residui bianchi potete anche passare un asciugamano. L'effetto c'è e si vede, i capelli sembrano subito più voluminosi, profumano e potrete stare tranquilli per 1/2 giorni. Unica pecca è che questo flacone mi è durato per sole 5 applicazioni e visto che costa sui 6/7 euro m sarei aspettata qualcosina in più.

Successivamente per una serie di motivi, non sono più riuscita a trovare Batist e ho acquistato un altro shampoo secco questa volta della marca Klorane (venduta in farmacia circa 9 euro).
L'effetto però non è stato quello sperato, sembra essere troppo blando, la polvere che fuoriesce non è abbastanza consistente e quindi non assorbe come dovrebbe lo sporco o il grasso. Anche qui stesso problema: è finito dopo 4/5 applicazioni.

Infine ultimo arrivato è lo shampoo secco Vitalcare, questo è molto più economico, io l'ho trovato in offerta a 2,99 euro. Purtroppo vale quello che costa nel senso che qui la polvere è davvero molto molto spessa, quasi granulosa e si fa fatica a spazzolarla bene dai capelli. Inoltre non assorbe nulla, anzi mi da l'impressione di sporcare ancora di più. Il gas all'interno è finito dopo 3 applicazione invece la polvere c'è ancora, ma non può più fuoriuscire.
In conclusione, avrete capito che Batist è l'unico che fa il suo dovere e si colloca in una fascia di prezzo media. E' un prodotto americano e purtroppo come sempre accade, qui in Italia sono arrivate solo 2 versioni, mentre in America si sbizzarriscono con gusti e colori! Non è giusto!

Linda

1 commento:

  1. Wow, non conoscevo lo shampoo secco, complimenti per questa recensione molto dettagliata e ricca di informazioni, ancora complimenti.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...